Crediti d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro e per la sanificazione

L’Agenzia delle Entrate con la recente circolare n. 20/E/2020  ha fornito i primi chiarimenti in merito ai seguenti crediti d’imposta:

i) credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro di cui all’articolo 120 del D.L. 34/2020, pari al 60% delle spese sostenute nel 2020, con un limite massimo di spese ammissibili pari a 80.000 euro (limite previsto per le spese agevolabili);

ii) credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro di cui all’articolo 125 del D.L. 34/2020, pari al 60% delle spese sostenute nel 2020, fino ad un massimo di 60.000 euro per ciascun beneficiario (limite previsto per il credito d’imposta e non per le spese agevolabili).

Con il provvedimento n. 259854/2020 sono stati definiti, invece, i criteri e le modalità di applicazione e fruizione dei crediti d’imposta di cui trattasi ed illustrate le modalità con le quali i soggetti beneficiari comunicano all’Agenzia delle entrate, in luogo dell’utilizzo diretto, l’opzione per la cessione dei crediti, anche parziali, ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

Nel prosieguo della presente informativa verranno esaminati: i) i soggetti beneficiari dei crediti d’imposta; ii) gli interventi e le spese che possono beneficiare dell’agevolazione; iii) le modalità e i termini di comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle spese ammissibili; iv) le modalità di utilizzo dei crediti d’imposta; v) il regime fiscale dei crediti d’imposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Menu
Social profiles